Storia

La Porta di san Giorgio era uno degli accessi alla città dal lato del Molo, e dall’epoca di costruzione e da qualche informazione pervenuta doveva essere molto simile alla porta sant’Agata. Una curiosità per qualcosa che potrebbe darsi per scontata è che il nome della porta non è dovuto alla chiesa dei Genovesi, dalla quale distava pochi metri, ma da un’altra chiesa dedicata a san Giorgio che fu abbattuta proprio per realizzare il molo.

Come quella di Sant’Agata, la porta di S. Giorgio era l’esempio della mescolanza delle culture presenti in città: aveva un arco a sesto acuto, di derivazione orientale, mentre l’apertura vera e propria avveniva con un arco ribassato, lasciando così spazio alle decorazioni.

Infatti, sopra l’ingresso vi era un affresco raffigurante s. Giorgio, ai lati invece erano rappresentati altri santi.

Porta Santa Rosalia